PASSIONE

Per il design automobilistico anni ’60

Sellini Vespa

DESIGN

Pezzi pregiati

DESIGN

Pezzi pregiati

ARTE

Lavorazione artigianale

DESIGN

Pezzi pregiati

ARREDO

Attenzione al minimo dettaglio

Sm Design: per gli appassionati di vintage e design ecco una soluzione davvero originale per l’arredamento d’interni.

Lo staff di Sm design ha fatto della passione per il design automobilistico anni ’60 una fonte d’ispirazione per questa linea di arredamento: il punto di partenza è la Fiat 500 e non solo.

L’icona italiana del boom economico, l’utilitaria più amata in tutto il mondo.

Il frontale della macchina è il leitmotiv del concept di Sm Design; realizzazione di arredo completo per il negozi,  qualunque sia la tu attività, possiamo aiutarti a trovare le idee più innovative per  realizzare i tuoi sogni, partendo  dai piccoli dettagli dell’auto ripresi e riadattati in oggetti stilosi.

Visitando il sito della nostra azienda  si scoprono altre idee per l’arredamento, dalle sedie ai letti, passando per delle originalissime insegne da esterno, Il divano e i  tavoli sono gli articoli che compongono la nostra collezione .

La nostra produzione artistica mira a richiamare l’attenzione degli amanti  del vintage di un periodo storico irripetibile con la ricerca del bello sia in casa che in città. Evocare sentimenti lontani con un pizzico di nostalgia creando pezzi pregiati con lavorazione artigianale prestando attenzione al minimo dettaglio.

Creazioni

Restauro

Il nostro lavoro di restauro d’auto d’epoca ha reso felici tanti collezionisti e appassionati, che grazie a noi sono riusciti a far rivivere il loro pezzo di storia. Le opere da noi restaurate sono state guidate in occasione di raduni ed esposizioni, o anche solo in giro per la città. In questo modo hanno fatto sognare non solo quanti le guidavano, ma anche coloro che vi si imbattevano per caso andando in giro per la città.

Curiosità Storiche

Curiosità Storiche

La “Nuova 500” fece il suo debutto il 2 luglio del 1957. Venne completamente rimodernata rispetto alla Topolino, la sua antecedente, siccome doveva essere un’utilitaria economica, di minor prezzo. In realtà non ebbe subito un grande successo, forse dovuto al ritardo della commercializzazione, o dal prezzo di 490.000 Lire comunque troppo vicino a quello della 600 di 640.000 Lire. Un’altra caratteristica che forse non la fece decollare fu la mancanza di cromature, molto di moda a quell’epoca. Il progetto fu seguito e relaizzato da Dante Giacosa, che a quell’epoca fu autore di quasi tutte le vetture della Casa Torniese. A differenza delle precedenti vetture era un’automobile a scocca portante realizzata in lamiera stampata, a due porte e due soli posti più due. La linea invece era piacevole e nella sua semplicità fu probabilmente uno dei motivi del successo che ebbe negli anni successivi. Siccome alla Fiat si resero subito conto della difficioltà nel commercializzarla, già nell’ottobre dello stesso 1957 venne presentato un aggiornamento. La gamma fu sdoppiata un due versioni, una denominata “Economica” e l’altra “Normale”. La prima era, di fatto, la stessa presentata a luglio, con la differenza del potenziamento del motore a 15 CV. La seconda, oltre ai miglioramenti dell’Economica, presentava molte rifiniture in più, come le molure lungo le fiancate, lungo i brancardi, le cornici in alluminio attorno ai vetri delle porte, le coppe in allumino alle ruote, le cornici cromate attorno ai deflettori ed ai fari e la scritta “nuova 500” in alluminio sul cofano posteriore. Dal punto di vista funzionale, vennero introdotti i cristalli discendenti alle portiere, una piccola imbottitura in gommaspugna per la panchettta posteriore e i comandi del devioluci e degli indicatori di direzione coassiali al piantone dello sterzo. Il prezzo rimase invariato per la Normale, mentre per l’Economica venne ridotto a 465.000 Lire. Con un’operazione probabilmente unica nella storia dell’automobile, i clienti delle prime vetture vennero rimborsati della differenza mediante un assegno di 25.000 lire.

Nel marzo del 1959 la Fiat si presentò al salone di Ginevra con una novità, ovvero la versione a 4 posti della 500. L’intervento consisteva nell’applicare un semitetto posteriore in lamiera per migliorare l’abitabilità, mentre la parte sopra ai posti anteriori rimaneva apribile. Vi furono altre modifiche per migliorare la posizione dei passeggeri posteriori, come dei ribassamenti sul pavimento e due imbottiture sul montante per prevenire gli urti del capo. Le modifiche riguardavano solamente la versione Normale che, così modificata, prese il nome di “Tetto Apribile”, mentre l’Economica rimasta praticamente invariata ad eccezione del tetto prese il nome di “Trasformabile”. Nell’ottobre del 1959 su tutte e quattro le versioni venne applicata la modifica alla fanaleria per ottempiere al nuovo Codice della Strada. Praticamente vennero eliminate le grigliette sottoa i fanali per far posto alle luci di posizione.

Contatti

Via Silvio Buonincontro, 67
80011 Acerra (Napoli)

Ufficio Tel. +39 081 3198029
Direzione +39 324 9230536
Amministrazione +39 334 9055658
Email info@smdesign.it